1

maltrattamenti

VERBANIA – 17.05.2018 – Lei ha trovato il coraggio

di andare a denunciarlo e i carabinieri, insieme ai servizi sociali, l’hanno aiutata a lasciare la casa coniugale insieme al figlio piccolo. È una storia di maltrattamenti tra le mura domestiche quella affrontata in questi giorni sul Verbano da una famiglia originaria dell’est Europa. Quella di un padre-padrone e di un marito geloso, che la confinava nel loro appartamento, che la angariava minacciandola nel caso si fosse ribellata o avrebbe provato a lasciarlo. Le pressioni sono andate avanti sino a quando la donna, sfruttando il tempo trascorso fuori da casa nel momento in cui ha trovato un impiego part time come domestica, è andata dalle forze dell’ordine, denunciandolo. La mamma e il bambino sono stati affidati alle cure dei servizi sociali e dei carabinieri, che per portarli entrambi via si sono presentati alla porta del loro appartamento e, sincerandosi che lui non reagisse, li hanno prelevati per condurli in un alloggio protetto lontano da lui, che è stato denunciato a piede libero.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.