1

ospedale ornavasso collina

VERBANIA - 18-03-2019 - La questione dell'ospedale unico entra nella campagna elettorale di Verbania in un botta e risposta tra il segretario cittadino del Pd Nicolò Scalfi e quello della Lega, l'ossolano Alberto Preioni che replica con un comunicato "Scalfi, sostiene che il no della Lega al nuovo ospedale farebbe leva sull’insicurezza delle persone. Per la gente, così par di capire, effettuare un seppur modesto spostamento per farsi curare, sarebbe peggiorativo rispetto alla comodità di avere tre presidi a disposizione. E la Lega, per avvalorare il proprio no, giocherebbe, appunto, su questo presunto timore. Nulla di più cervellotico e profondamente sbagliato. Come Renzi, infatti, anche Scalfi -che a quanto pare ne è emulo, benché il suo partito abbia nel frattempo cambiato guida- considera gli italiani degli sciocchi. E allora diamo a Scalfi una notizia: i cittadini e l’elettorato leghista del Verbano Cusio Ossola sono esseri pensanti. Persone che in questi mesi di dibattito sulla realizzazione del nosocomio a Ornavasso hanno più volte, in più circostanze e in occasioni diverse, manifestato il loro dissenso. E il Pd chiuso in ufficio, a quanto pare non se ne è accorto. Perché la posizione assurda, semmai, è proprio quella assunta da chi governa la Regione, reclamizza il nuovo ospedale a fini elettorali ben sapendo, come ha dichiarato Reschigna, che in questa legislatura non resta abbastanza tempo per completare l’iter. L’ospedale nuovo è un passo avanti, dice Scalfi? Noi rispondiamo che è un salto nel vuoto, un’opera costosa e inutile e ribadiamo che se saremo eletti alla guida del Piemonte, lavoreremo per bloccarla e ridare dignità alla sanità territoriale passando dal rafforzamento dei presidi esistenti. Non rispondiamo, infine, al sindaco Cigala Fulgosi, che a mezzo stampa ci chiede di assumerci le nostre responsabilità in caso di morti. Sono parole che si commentano da sole. Così, il livello è davvero troppo basso”.