1

turismo

VERBANIA – 25.03.2019 – Più di tre milioni di presenze

in tutto il 2018. Se non è record, poco ci manca per il Vco turistico, che stamane in Provincia ha dato i… numeri. Il consuntivo dell’anno scorso nel comparto che ambisce a essere uno dei punti forti dell’economia locale post-industriale parte da una conferma: l’abbattimento (il secondo consecutivo) della soglia psicologica dei tre milioni di presenze. Nel 2017 si arrivò a 3.095.668, negli ultimi dodici mesi ci si è spinti un po’ in là, sino a 3.098.037. Il dato percentuale (+0,08%) è controbilanciato dal lieve calo degli arrivi, passati da 886.305 a 882.569 (-0,42%).

Meno turisti e soggiorno un po’ più lunghi (la media di permanenza è di tre giorni e mezzo circa), dunque, comunque al di sopra di quel trend che, dal 2006 a oggi, è oscillato attorno ai 2,5 milioni, con un picco negativo di 2,3 del 2009. Il settore alberghiero è predominante nelle statistiche, contando su 595.066 turisti e 1.610.850 presenze. L’extra-alberghiero, soprattutto i campeggi, tiene testa avendo attirato 287.503 ospiti per 1.487.187 presenze. La differenza sta nella crescita/decrescita: gli alberghi hanno il segno meno negli arrivi (-1,28%) e nelle presenze (-1,71%), le strutture extralberghiere no: +1,40 e +2,09%.

Per quanto riguarda i posti letto, l’offerta è cresciuta pur riducendosi il numero di strutture. Nel 2018 hanno lavorato 219 alberghi (222 l’anno prima) e 527 esercizi diversi (533), che hanno messo “sul mercato” rispettivamente 12.841 e 26.123 letti, per un totale di 38.964.

Si conferma la top ten delle località turistiche del Vco che, in termini assoluti, premia a larghissima maggioranza il lago rispetto alla montagna. Verbania con 914.556 preferenze, poco meno del 30% del totale, è prima assoluta, seguita da Baveno (574.199) a sua volta tallonata da Stresa (555.160). Cannobio è quarta con 304.189, la vicina Cannero Riviera quinta con 157.187. Domodossola, con le sue 78.384 presenze, è la prima città non affacciata sul Verbano nella graduatoria provinciale. Macugnaga (49.973) è ottava, preceduta da Belgirate (54.963) e seguita da Premeno (38.963). Decima Oggebbio con 28.326.

Per quanto riguarda le nazionalità di provenienza dei turisti, assodato che le presenze italiane sono il 20,9%, il record spetta ancora alla Germania con il 39,3% delle presenze, seguita da Paesi Bassi (15%), Svizzera (11,6%), Francia (8,8%), Regno Unito (5,9%) e Stati Uniti (5,3%).

I dati sono stati illustrati stamane dal presidente della Provincia Arturo Lincio e dal consigliere delegato Giandomenico Albertella alla presenza del presidente del Distretto turistico Oreste Pastore (nella foto).