1

pizzi braccia aperte

DOMODOSSOLA - 08-11-2019 - Lucio Pizzi

non parteciperà alla Rappresentanza della Conferenza dei Sindaci dell’ASL VCO, convocata per oggi dal presidente, sindaco di Gravellona, Giovanni Morandi. Il primo cittadino domese rende nota la decisone attraverso una lettera dove evidenzia le ragioni del suo dissenso: "La convocazione - spiega - non è indirizzata all’esercizio di finalità di competenza propria della Conferenza, bensì all’espressione di non meglio precisate valutazioni che mi permetto di definire ormai inutili e fuori tempo massimo, considerata l’urgenza di dotare il territorio di una nuova e moderna sanità dopo anni di immobilismo.
Detto in parole ancora più chiare, illustrissimo sig. Presidente, non acconsentirò una sola volta di più alla mortificazione del territorio dell’Ossola, dovuta alle solite tediose e strumentali valutazioni politiche per colpa delle quali abbiamo perso anni preziosi togliendoli alle cure dei malati ed all’operatività degli addetti sanitari, verso i quali sia la Rappresentanza dei Sindaci che la Conferenza tutta avrebbero l’obbligo di procedere il più velocemente possibile.
La prego in ogni caso di non vedere questa mia assenza come una mancanza di rispetto verso l’Istituzione che Ella rappresenta, ma al contrario come la più alta forma di ossequio non solo per la Comunità che mi è dato rappresentare ma anche per la Provincia tutta, che merita non le solite chiacchiere bensì la concretezza delle opere.
Colgo l’occasione per permettermi di richiamarla cortesemente ai corretti compiti istituzionali non solo in riferimento alle competenze proprie della Rappresentanza e della Conferenza ma anche in merito alla composizione degli organi, riportando le sue stesse parole come da verbale della Rappresentanza del 13 marzo 2019: “Il Presidente, ricordando che il prossimo maggio molti Comuni andranno a elezioni, e pertanto la Conferenza dei Sindaci dovrà essere successivamente convocata per l’elezione della nuova Rappresentanza, …”, conclude Pizzi.