1

san gottardo

BELLINZONA - 02-04-2020 -- “Chiudere San Bernardino e Gottardo”.

La richiesta-provocazione, partita in via ufficiale dai sindaci ticinesi del Malcantone, è l’espressione dei timori che la vicina Svizzera vive nei giorni dell’epidemia di Covid-19. Oltreconfine il contagio s’è diffuso rapidamente e, al pari dell’Italia, ha messo a dura prova il sistema sanitario cantonale. Gli ospedali e, soprattutto, i reparti di terapia intensiva, stanno lavorando al massimo delle loro possibilità per curare tutti i malati. È necessario però che i contagi non crescano. E, in questo senso, i sindaci dei comuni della parte settentrionale del Cantone, temono che il ponte pasquale possa portare i connazionali della Svizzera interna a scendere verso il lago, propagando il contagio. Il rischio, insomma, è che il turismo interno (all’interno della Confederazione, che ha chiuso i confini, è comunque consentita la circolazione) aggravi la situazione. La risposta delle istituzioni non è tardata ad arrivare. pur confermando che nessuna strada sarà chiusa, il coordinamento federale delle polizie cantonali ha deciso di potenziare i controlli e ha invitato la popolazione a non spostarsi.

{} spreaker_tts 24750056 | 696 | 80 | 0 | 0 | Classico {/ spreaker_tts}