1

carmen giagnoni

VERBANIA - 02-08-2020 -- La lirica ispirata alla lirica.

È una versione moderna della “Carmen”, il racconto di una delle opere più famose di sempre, quella che stasera va in scena al teatro Maggiore di Verbania. “Carmen, diario di un capolavoro” è lo spettacolo diretto dal regista novarese Mauro Trombetta che, alle 21, si tiene nella sala teatrale del centro verbanese (biglietti a 21,50 euro, 16,50 i ridotti under 26), con la presenza di diversi esordienti e con artisti locali delle province di Novara e Vco.

Non si tratta di una prima assoluta perché lo spettacolo è stato rappresentato giovedì al teatro “Franco Parenti” di Milano, con cui il “Maggiore” ha avviato una stretta collaborazione proprio questa estate, ma è motivo di grande interesse. Lo sfondo sono le musiche di Georges Bizet, che hanno reso immortale la storia di Carmen, la sigaraia il cui amore conteso provoca sconquasso. Protagonista è l’attrice Lucilla Giagnoni (nella foto), interprete di Celestine Galli-Marié, la prima attrice che portò Carmen sul palco, nel 1875, e che ne racconta la storia e gli aneddoti. Nel cast figurano il coro San Gregorio Magno di Trecate e, tra i solisti, il tenore verbanese Damiano Colombo (Remendado), e i novaresi Simona Pallanti (Frasquita), Carlotta Linetti (Mercedes) e Luigi Varriale (Dancairo).