1

tampone covid
TORINO – 15-09-2020 -- Tamponi a tutti

gli operatori entro il 21 settembre e l’intensificazione della vigilanza nelle Rsa risultate ad alto rischio Covid. Lo ha deciso la Regione Piemonte, che ha già avviato attività di monitoraggio, verifica e di controllo delle oltre 800 strutture presenti nel territorio piemontese predisposto dal Dipartimento interaziendale per l’emergenza e le malattie infettive (Dirmei).

“Concretamente, il Dirmei ha già elaborato un questionario per la “stratificazione del rischio infettivo” somministrato alle residenze per anziani e, in massima parte, ne ha già ottenuto la restituzione – si legge in una nota della Regione Piemonte – L’analisi dei dati forniti ha permesso di stratificare le strutture su tre livelli (alto, medio e basso) e di inviare le risultanze alle Asl territorialmente competenti per predisporre con anticipo le azioni necessarie. In particolare, per quelle Rsa che presentano livello alto, è prevista la realizzazione dei tamponi a tutti gli operatori entro il 21 settembre e l’intensificazione della vigilanza”.

Lo stesso Dirmei ha attivato due percorsi formativi per la gestione dell’infezione da Covid-19 nelle Rsa per i soggetti che operano all’interno delle residenze in modalità a distanza. La scadenza è prevista per il 24 settembre. Ad oggi, risultano iscritti ai due corsi, diversificati in base alle competenze delle figure coinvolte, oltre 750 persone.