1

countru pediatrico stanza buia

VCO- 22-09-2020--il Direttore generale

del dipartimento Materno- infantile dell'Asl Vco Andrea Guala riponde con una lettera inviata anche alla stampa a Graziella Marchesi del Moto che aveva evidenziato una serie di inefficenze e problematiche al san Biagio: "Gentile signora Marchesi - scrive Guala- vorrei risponderle personalmente a proposito del carteggio avvenuto i giorni scorsi tra lei ed il dr. Penna, ed al suo comunicato del 15 settembre.


Smentisco che la camera pediatrica in DEA a Domodossola sia inutilizzata per mancanza di personale dedito alla cura dei bambini. Il personale c'è, è preparato e la informo che nei nostri protocolli aziendali la gestione del paziente è in DEA ed il pediatra scende al PS come consulente. Ma i medici del PS valutano caso per caso e decidono se è necessaria una consulenza (pediatrica, ORL, chirurgica, cardiologica, ecc.) oppure no.


Smentisco che vi sia un ambulatorio per l'ecografia pediatrica non utilizzato. Le ecografie sono usualmente effettuate in radiologia e l'ambulatorio di ecocardiografia pediatrica è attivo, su appuntamento (ma come tutti gli ambulatori specialistici che hanno una attività diurna e feriale).
Smentisco che il 118 abbia dato ordine di non trasportare bambini a Domodossola.


Smentisco che al personale del Consultorio Materno Infantile sia stato dato ordine di indirizzare tutte le donne gravide verso Verbania.
Smentisco che sia avvenuto un parto in DEA a Domodossola. La signora SM residente in Val Vigezzo è arrivata in DEA , dove ha trovato il personale del Punto Nascita ad attenderla perché preavvertito di "parto precipitoso", ma è stata poi trasferita in sala parto per il lieto evento avvenuto tempo dopo".