1

tribunale10

VERBANIA - 28-09-2020 -- Un anno e mezzo di condanna

e 1.000 euro di risarcimento. È questa la pena che il Tribunale di Verbania ha stabilito per il cannobiese che il 15 del novembre 2017 oppose resistenza ai carabinieri intervenuti nella sua abitazione per risolvere un problema nato con i vicini. L’uomo, infatti, aveva lasciato aperti i rubinetti del proprio appartamento, provocando un allagamento e richiamando l’attenzione dei vicini, che già in passato s’erano lamentati per atti del genere. Ai militari che chiedevano di entrare rispose negativamente e, a uno in particolare, si oppose con forza, mordendogli il pollice della mano e provocandogli lesioni giudicate guaribili dai medici in 7 giorni. Per questo è stato denunciato per resistenza e lesioni e processato a Verbania. Per lui la Procura ha chiesto 10 mesi e 200 euro di multa, ma il giudice ha deciso per un anno e mezzo, disponendo un risarcimento di 1.000 euro al carabiniere, costituito parte civile con l’avvocato Mauro Cavalli. Per la difesa, sostenuta dall’avvocato Massimiliano Testore, i militari non stavano intervenendo in quel momento.