1

lupo lupo

RE - 04-12-2020 - Sapere che a duecento metri dalle abitazioni del paese si aggira un lupo, non fa dormire sonni tranquilli al sindaco di Re, Massimo Patritti. E' datato al primo dicembre l'attacco ad una capra registrato e confermato dal veterinario dell'ASL. E' accaduto nei pressi del ponte di Maglione, vicino al cimitero, in prossimità della pista ciclabile. La capra apparteneva ad un piccolo allevatore "per diletto". La carcassa dell'animale presentava lesioni indicative di un attacco da lupo, ipotesi confortata anche dalle tracce di sangue e dai segni di trascinamento ritrovati nelle immediate vicinanze. Che nei pressi di Re si aggiri il predatore è voce che corre in paese, tanto più - conferma il sindaco - "che c'è stato anche un avvistamento". Qualcuno avrebbe infatti visto l'animale nel bosco. Sarà lo stesso lupo che in estate ha attaccato gli ovini nei pascoli di Dissimo e Folsogno? Per ora è impossibile a dirsi. E' plausibile tuttavia che con il freddo, gli animali selvatici tendano a scendere a valle e ad avvicinarsi ai centri abitati. "Non sta a me dire se il lupo rappresenti un pericolo per le persone o no - afferma Patritti - . Ma c'è paura motivata da un problema reale. Dopo l'ultimo attacco ho nuovamente avvisato la Provincia (a luglio il sindaco aveva già inviato una lettera ndr) perchè si valutino possibili interventi".
Il tema resta assai controverso: il lupo è infatti un animale protetto, del quale è attualmente in corso un censimento nazionale che coinvolge anche il VCO attraverso diverse istituzioni. Nel corso di questi primi due mesi di attività sono stati rinvenuti complessivamente poco più di trenta indizi di presenza attribuiti, con diversi gradi di probabilità, al lupo. Si tratta tuttavia di dati che allo stato attuale forniscono un quadro assolutamente preliminare della distribuzione della specie nella provincia. Il quadro definitivo lo si avrà solo dopo il termine della stagione di monitoraggio, a marzo. In Regione, intanto, si fa largo l'idea che a partecipare al monitoraggio possano essere gli stessi cacciatori.