1

teatro vb ma

VERBANIA – 23-10-2021 - La musica come balsamo per l'anima, se è vero non sarà la tristezza la protagonista, questa sera (ore 21) del concerto per le vittime del Covid dall'inizio del 2020, in programma al Teatro Maggiore. Diretto dal Maestro Mauro Trombetta, che sul palco del teatro verbanese è una presenza ormai costante, il programma si dipana tra la profondità del Requiem in re minore di Giacomo Puccini e del Transitus Animae di Lorenzo Perosi. Protagonisti sono l’Orchestra dei Colli Morenici e il Coro San Gregorio Magno di Trecate, solista è il mezzosoprano Giorgia Gazzola.
Il Requiem fu scritto da Puccini nel 1905 in occasione del quarto anniversario della morte di Giuseppe Verdi. Si tratta di un brano raffinatissimo e poetico, anche se di apparente semplicità e di breve durata. Scritto per coro, viola e organo fu presentato nella casa di riposo per artisti voluta, finanziata ed edificata da Verdi stesso, con grande successo e attestati. Andato dimenticato per anni, fu ritrovato negli archivi della casa di riposo nel 1972.
Transitus animae di Lorenzo Perosi (1907) è un oratorio per mezzosoprano orchestra e coro. Considerato uno dei brani più profondi e ispirati del maestro, suscitò la ammirazione di musicisti quali Puccini e Giordano che, dopo averla ascoltata, affermò “Dopo molti anni, ho udito nuovamente la voce del genio, sono sconvolto e felice”. Perosi nel cappello introduttivo all'opera scrisse: “Giunta l'anima al passaggio supremo, implora la misericordia divina, mentre il coro canta le preci degli agonizzanti. L'intercessione della Vergine Maria è invocata da un coro di soprani e contralti. L'anima passa alla eterna vita, gli angeli la conducono a Dio”.
L’ingresso allo spettacolo è gratuito, previa prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Nel corso della serata sarà possibile fare una donazione libera per una raccolta fondi destinata ad AVAP – Associazione Volontari Per Ammalati Psichici di Verbania, con la presidenza di Don Roberto Salsa e la vice presidenza di Maria Antonietta “Toetta” Dorola.