1

valentino viola tre

BAVENO - 14-05-2022 -- Un imprenditore tenace e illuminato, un uomo dedito al lavoro e alla famiglia che amava lo sport e si adoperava per gli altri. Con Valentino Viola, scomparso nella notte all’età di 91 anni, Baveno e il Vco perdono uno dei personaggi che hanno costruito e fatto grande la comunità locale.

Figlio di quella generazione nata negli anni Trenta che s’è trovata nel secondo dopoguerra un mondo da costruire, Viola s’è rimboccato le maniche e s’è dato da fare. Perito industriale con competenze nella meccanica, dopo aver lavorato come tecnico alla Zeta di Baveno, si mette in proprio. È il 1960 e impianta un’officina, la Cam, che negli anni diventa un’azienda d’eccellenza. Pur avendo ceduto il timone alla generazione successiva, sino a pochi anni fa lo si vedeva in ufficio a Gravellona Toce, dove una quarantina di dipendenti portano avanti la missione del fondatore. Al motto “puntiamo alla perfezione”, trasposto nella vita privata come impegno, dedizione e costanza, Viola ha creato un’azienda che, nel settore della meccanica di precisione, rappresenta un’eccellenza nazionale ed europea, producendo componenti per i settori avio, del tessile e dell’automazione, e fornendo macchinari per la siderurgia e l’ingegneria. Un’azienda tenuta sempre al passo coi tempi, con lungimiranza adeguata alle evoluzioni tecnologiche.

Al di fuori del lavoro non ha fatto mancare il suo apporto alla comunità. Nei primi anni Sessanta è stato cofondatore del Giardino d’infanzia di Oltrefiume, di cui è stato presidente. Nel 1970 ha fatto parte del comitato promotore della Casa dell’anziano di Baveno. Il suo è stato un impegno costante e silenzioso, riconosciuto dalla città nel 2014 con il premio Bavenese dell’anno.

Al centro della sua vita c’è sempre stata la famiglia. Ufficiale degli Alpini nella caserma “Druso” di Silandro, in provincia di Bolzano, è stato un appassionato e un attivo praticante degli sport di montagna, compreso il volo libero. Pilota di parapendio, s’è lanciato sino al compimento degli ottant’anni.

Viola lascia le figlie Paola e Laura e gli adorati nipoti. Il funerale sarà celebrato lunedì nella chiesa di San Pietro Martire a Oltrefiume. La celebrazione inizierà alle 14,30 con il rosario, seguito dalle esequie.