1

castelli ospedale00001

VERBANIA - 22-09-2022 -- "Sono oltre duemila i cittadini che ad oggi hanno sottoscritto la petizione a favore dell’ospedale Castelli, esprimendo un giudizio nettamente critico verso la decisione del sindaco di Verbania di votare a favore della costruzione di un ospedale unico provinciale che comporterebbe la conseguente chiusura dell’Ospedale Castelli e del suo DEA". E' l'esito dei banchetti allestiti nelle settimane scorse a Verbania dal gruppo civico Verbania Futura che ha relazionato sull'esito dell'iniziativa con una conferenza stampa. "La raccolta firme proseguirà nelle prossime settimane con l’obiettivo di sensibilizzare la Regione Piemonte nell’adottare con la massima urgenza una decisione a favore della difesa del Castelli e del suo DEA - si legge nella nota del gruppo d'opposizione - : due obiettivi che da sempre caratterizzano il nostro impegno amministrativo a Verbania. Non si può ancora aspettare, la Regione Piemonte deve passare dagli annunci agli atti concreti assumendo una decisione chiara e coerente sul futuro della sanità del VCO ed evitando di cadere nella trappola di chi vorrebbe, per mere ragioni politiche, che l’attuale amministrazione regionale rimanesse del tutto inerte. Uno scenario che il VCO non può permettersi. Ci sono 200 milioni disponibili per investimenti sui due ospedali come da tempo sostiene la Regione? Bene, che li si utilizzi per potenziare i due ospedali esistenti ed i rispettivi DEA”.
Va ricordato che l'ipotesi del mantenimento dei due ospedali con relativa "ristrutturazione" annunciata dalla Regione (ma non presente su alcun atto ufficiale) era stata bocciata a larga maggioranza dall'assemblea dei sindaci dell'ASL.
La conferenza stampa è anche l’occasione per la presentazione dei risultati del questionario promosso nello scorso autunno per conoscere dai verbanesi il loro giudizio sull’attività amministrativa in corso, nonché una valutazione e le priorità di intervento rispetto a temi quali i principali cantieri in previsione e opere da programmare e realizzare (dalla riqualificazione di Piazza F.lli Bandiera a P.zza Garibaldi a Pallanza, al parcheggio di Via Crocetta, dal lungo lago di Intra alla circonvallazione “leggera” lungo il S. Giovanni), dallo stato della manutenzione e del decoro della Città alle politiche della gestione della viabilità.
"L’iniziativa ha permesso di riscontrare una notevole partecipazione da parte dei verbanesi che in ben 873 hanno risposto al questionario, esprimendo complessivamente un diffuso livello di insoddisfazione sull’operato dell’Amministrazione rispetto alle prospettive dei principali cantieri in previsione, nonché in relazione alla scarsa qualità degli interventi di manutenzione della città. Il dettaglio dei risultati del questionario illustra compiutamente l’opinione dei nostri concittadini", conclude il gruppo civico.